Scrittura creativa: Una domanda ad Antonella Cilento

Lalineascritta è stato uno dei primi luoghi dove l’educazione alla scrittura creativa ha acquisito una dimensione più ampia rispetto a quella del ‘semplice’ laboratorio. È una esperienza nata dalla somma di attività di diffusione e divulgazione di diverse esperienze maturate a contatto con tutti i tipi di pubblico e si è aperta alla formazione on-line. Quali sono le potenzialità ancora inespresse di una città come Napoli nella docenza e diffusione della scrittura creativa, a tuo modo di vedere?

 Lalineascritta è nata ed è attiva dal 1993 a Napoli, quindi ha al suo attivo 17 anni di corsi di scrittura continuativi a Napoli e in tutt’Italia con stages, seminari, workshop e corsi settimanali.
E’ dunque una delle scuole di scrittura più antiche d’Italia, la prima del Mezzogiorno e resta a Napoli l’unica attività qualificata per la formazione di insegnanti, studenti e di ogni tipo di persone interessate alla scrittura e alla lettura: sono ormai numerosi gli autori pubblicati da grandi case editrici nazionali venuti fuori dalle lezioni settimanali che tengo da una vita, da Antonella Del Giudice a Bruno Galluccio, da Rossella Milone a Massimiliano Virgilio, da Giusi Marchetta a Viola Rispoli e altri ancora, perché Lalineascritta è una fucina in continua attività. Quest’anno, ad esempio,  è tra i finalisti del Premio Calvino Eduardo Savarese e incrociamo le dita per lui.
Sono inoltre, come sempre, attivi corsi di formazione in numerose scuole della Campania oltre ai corsi stabili in altre città (Bari, Benevento) e ai corsi on line. Dunque è evidente che Napoli sia ricca di potenzialità da formare. Bisogna ovviamente fare attenzione a chi s’improvvisa in questo campo e non ha l’esperienza necessaria. Il bisogno di diffondere lettura e scrittura in una città così forte letterariamente eppure così debole nel produrre le proprie iniziative culturali (assenza di una vera editoria, mancanza di una rete, interessi molto particolari di gruppi a dispetto di altri)  mi rende ferma nell’intento di continuare a insegnare qui, oltre che nelle città italiane che mi coinvolgono.
Nel tempo mi sono fatta animatrice di numerose iniziative (rassegne d’autore, convegni, manifestazioni), oltre ai corsi del laboratorio, proprio per spingere la città a prodursi e a ragionare su se stessa.
L’ultima iniziativa è Strane Coppie, che va avanti da tre anni e da due con la collaborazione degli Istituti di Cultura europei in città, ovvero Goethe, Cervantes e Grenoble e che sta avvicinando centinaia di persone alla lettura o alla rilettura di grandi classici euopei del Novecento. Presto con il Grenoble si realizzerà anche un festival di letteratura franco-italiana ai primi di maggio… Insomma, Lalineascritta ed io non demordiamo. Speriamo che la città si renda conto dello sforzo di amplamento dei canali che porto avanti da  tanto tempo.
Per info e contatti:
www.lalineascritta.it
info@
lalineascritta.it
laboratori@lalineascritta.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...